Ritorna per le strade di Clerkenwell in Londra, dopo oltre due anni di assenza causata dal Covid.
Sono stati mesi di lotta con le autorità locali, affinché’ svincolassero i divieti e aprissero ancora una volta le strade del circondario della Chiesa Italiana, a questa storica manifestazione di fede.
Come saprete la Processione in onore di Nostra Signora del Monte Carmelo si svolgerà quest’anno DOMENICA 17 LUGLIO alle 15,30.

Non ci sono documenti che determinino in modo definitivo quando si svolse la prima Processione, ma poiché era un punto focale per la Comunità italiana che si insediò attorno alla Chiesa italiana di San Pietro, certamente nessun Battesimo, Matrimoni o funerali avrebbero avuto luogo durante la Processione.

In quest’ottica, la ricerca sembra indicare che la prima Processione si svolse nel 1885′ Solo cinquant’anni prima un atto del Parlamento consentiva la pratica aperta del cattolicesimo in Gran Bretagna.
Pertanto, è stato necessario un permesso speciale per una processione di strada religiosa cattolica ed è stato concesso rendendo la “Processione italiana” la più antica Processione di strada in Gran Bretagna.
Per i primi anni della Processione centinaia di persone dalla comunità sostenute dagli alunni della scuola elementare di St. Catherine Labore, ora Central Ballet School a un’estremità di Back Hill, partecipava dando vita ai carri sacri.

A quei tempi gli italiani emigrati a Londra trascorrevano Il sabato sera visitando gli amici e conoscenti di casa in casa, sbucando dalle porte aperte per condividere un dolce o un bicchiere di vino con la famiglia degli amici.

La Processione della Madonna del Monte Carmelo ha sempre avuto come tema Il Credo e il Rosario. Certamente i membri più anziani della Comunità sarebbero d’accordo sul fatto che, nonostante gli anni, il lato spirituale della Processione è diminuito con un minor numero di gruppi che pregano e cantano inni.
Purtroppo, un senso di carnevale pervade; e questi atteggiamenti distolgono completamente dal motivo per cui la collettività si riunisce.

Dopo la guerra si aggiunsero alla Processione i primi carri allegorici. Simbolicamente questi sono stati, per molti anni, in numero di sette e sono sempre preparati il ​​giorno prima. Negli ultimi 30 – 40 anni molte famiglie si sono trasferite da Little Italy che sorgeva propria nella zona della Chiesa, dove Mazzini e Garibaldi ed altre figure del risorgimento italiano avevano trovato rifugio.
Sebbene gli italiani si siano riuniti per la tradizionale Processione, il numero è diminuito durante gli anni ’70.

Anche se piano piano la gente diminuisce, gli organizzatori, come la Chiesa, tiena in vita la Collettività il senso di appartenenza meglio di quasiasi diplomatico della nostra ambasciata o dei i politici che si si ricordano che esiste una Comunità solo quando cercano i voti per le elezioni del Parlamento Italiano.

Il tema della Processione di quest’anno è lo Spirito Santo e molti dei carri e dei camminatori rifletteranno questo tema. Il programma è liberamente disponibile lungo il percorso della processione e all’interno si possono trovare inni per partecipare a questa ricorrenza religiosa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.