Negli ultimi cinque anni, la torre di 96 metri e l’orologio sono stati oggetto di un enorme progetto di riparazione. I rintocchi dell’’orologio piu’ famoso del mondo punto di riferimento di Londra sono stati sentiti a malapena,con la torre coperta da impalcature.
L’ultima facciata rimasta è stata ora completamente riportata al suo antico splendore e mostra l’ora corretta.

Negli ultimi cinque anni, la torre di 96 metri e il meccanismo a orologeria e campana al suo interno hanno subito il più grande progetto di riparazione e conservazione della sua storia.
Quando la vernice nera è stata strappata via dai quadranti durante i lavori di riparazione, si è scoperto che originariamente era dipinto in una tonalità scura nota come blu di Prussia.
Nel gennaio di quest’anno gli iconici quadranti dell’orologio del Big Ben hanno causato un po’ di confusione quando i passanti hanno notato che uno dei quattro quadranti aveva le lancette bloccate alle ore 12.
La faccia finale è stata ora ripristinata e mostra l’ora corretta.
Il quadrante ovest, che si affaccia su Parliament Square e St James’ Park, è stato interrotto per evitare danni alle lancette e al meccanismo durante i polverosi lavori nell’ambito del programma di restauro da 80 milioni di sterline.

Una foto scattata dal lato nord del punto di riferimento di Londra ha visto uno degli iconici orologi che mostrava l’ora corretta, mentre il quadrante ovest aveva le lancette bloccate a mezzogiorno.
La famosa torre dell’orologio del Parlamento ha suonato 12 volte per dare il benvenuto al nuovo anno, con tutti i quadranti in mostra per la prima volta dal 2017.
Ma solo la parte ‘East , che si affaccia sul fiume Tamigi, sulla torre di 160 anni è stato illuminato per segnare il nuovo anno.
I rintocchi del 31 dicembre hanno segnato l’ultima occasione in cui il Big Ben sarebbe stato attivato utilizzando un meccanismo temporaneo, che fu installato dopo la rimozione del grande orologio per proteggerlo dalla polvere e dai detriti creati dai lavori sulla Torre Elisabetta.
Il dispositivo temporaneo è stato utilizzato negli ultimi anni mentre erano in corso i lavori di restauro.per riportare in vita il suo caratteristico “bong”, che risuonò per la prima volta in giro per Londra nel 1923.
Il compito è stato particolarmente scrupoloso dato che né il designer originale , Edmund Beckett Denison, né l’installatore, Edward John Dent, hanno tenuto registrazioni dettagliate di come era stato costruito.
L’orologio è stato progettato e installato nel 1859, con l’obiettivo di creare l’orologio pubblico più accurato al mondo.
Dalla primavera, il Big Ben e le campane a quattro quarti hanno suonato ancora una volta la famosa melodia di Westminster.

L’ultimo vasto lavoro di conservazione del sito patrimonio mondiale dell’UNESCO è stato completato tra il 1983 e il 1985.
La torre è stata progettata dagli architetti Charles Barry e Augstus Wellby Pugin.
Una parte importante del restauro della torre è il miglioramento degli standard di prevenzione degli incendi.
Il team di esperti dell’orologio del Parlamento ha scollegato temporaneamente il Big Ben e le campane dei quarti dal meccanismo dell’orologio e ha abbassato i pesi alla base della torre per fornire un ambiente sicuro alle persone che lavoravano nella Elizabeth Tower. L’origine del nome Big Ben non è nota, sebbene esistano due diverse teorie. la prima è che prende il nome da Sir Benjamin Hall, il primo committente dei lavori, un uomo grosso che in casa era conosciuto affettuosamente come ‘Big Ben’. La seconda teoria è che prende il nome da un campione di boxe dei pesi massimi in quel momento, Benjamin Caunt. Conosciuto anche come “Big Ben”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.