Il costo di un francobollo di prima classe aumenterà dal prossimo mese di aprile di 10 pence ,e passa 95 pence. Mentre il francobollo di seconda classe di 2 pence a e costerà 68 pence, Royal Mail afferma che dall’inizio della pandemia il numero di lettere inviate è diminuito del 20 percento.
Royal Mail ha registrato un calo delle lettere inviate e l’aumento dell’inflazione. Durante questi anni di pandemia sono state inviate il 60% di lettere in meno.

Si e’ registrato un calo:dai 20 miliardi di lettere inviate ogni anno ai 7 miliardi di questi ultimi tempi.
Nick Landon, chief commercial officer di Royal Mail ha dichiarato: “Comprendiamo che molte aziende e famiglie stanno trovando difficoltà nell’attuale contesto economico e manterremo sempre i nostri prezzi come il più conveniente possibile. Mentre il numero di lettere che i nostri postini e le nostre donne consegnano è sceso da circa 20 miliardi all’anno a circa sette miliardi dal 2004/5, il numero di indirizzi a cui devono consegnare è cresciuto di circa 3,5 milioni nello stesso periodo . “Dobbiamo bilanciare attentamente i nostri prezzi con il calo dei volumi di lettere e l’aumento dei costi di consegna a un numero crescente di indirizzi con una consegna di sei giorni alla settimana. Poiché le esigenze dei clienti cambiano e assistiamo a un maggiore spostamento dalle lettere ai pacchi, è fondamentale che il servizio universale si adatta per rimanere pertinente e sostenibile.
“Queste variazioni di prezzo sono necessarie per garantire che possiamo continuare a mantenere e investire nel servizio universale a prezzo unico per le generazioni future”.
La segretaria generale del sindacato Unite Sharon Graham ha dichiarato: “La sala del consiglio di Royal Mail sta nuovamente aumentando i prezzi mentre realizza enormi profitti. Si sta comportando come uno speculatore avido a breve termine piuttosto che come il proprietario responsabile di un servizio pubblico chiave del Regno Unito.

“Con i piani per tagliare 900 posti di lavoro di manager postali e le minacce emesse a Unite che gli accordi di contrattazione collettiva per i nostri membri verranno ignorati, i proprietari di Royal Mail stanno rovinando questo rssenziale servizio . Ofgem deve prendere il controllo perché l’obbligo del servizio universale è a serio rischio. “I gestori postali di Unite sono il cuore di questo servizio e il nostro sindacato li sosterrà fino in fondo in questa lotta per proteggere posti di lavoro e servizi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.