Stefano Pessina mette in vendita il suo gioiello: 2200 farmacie BOOTS che impiegano 50,000 persone. Chiede 10 miliardi di sterline ed ha iniziato la corsa alle acquisizioni.

Il segreto del suo successo? Stare lontano dagli italiani!

Lo troviamo presso il ristorante Giannino di Londra. Vicino al suo ufficio all’ultimo piano di un edificio di Oxford Street. Sono lontani i tempi delle rosette con la mortadella, adesso ostriche Champagne e caviale.
Londra non e’ piu’ la stessa.
L’inflazione ha raggiunto la quota di oltre il 6 per cento e dopo il business del coronavirus Londra sta attraversando un periodo non proprio fiorente aggravato anche dal conflitto Ucraino-Russo che con le sanzioni bloccano gli investimenti.
Quando sei Leader di un business globale e 47 nazioni durante la pandemia si sono indebitate per poter pagare le tue fabbriche di medicinali in Cina, hai raggiunto la vetta del successo e la corona di uno degli uomini piu’ ricchi del mondo.

Eppure i tempi piu’ belli Stefano li ha passati a Londra con la sua compagna Ornella Barra, una farmacista di Chiavari diventata oltre che compagna di vita anche socia in affari.
Quando l’abbiamo conosciuto, quasi 20 anni fa , Stefano Pessina, gironzolava per la City, il miglio quadrato di Londra sede finanziaria del mondo degli affari.
Il suo obiettivo a quei tempi era quello di comprare la catena di farmacie Boots.
Ma come era successo con Lord Charles Forte, ex proprietario della piu’ grande catena alberghiera del mondo, quando voleva comprare il Savoy Hotel, il Board dei Directors, aveva deciso di non vendere agli stranieri.
Ci voleva un’offerta che non potevano rifiutare. E la Banca d’Affari che aveva consultato si era impegnata a raccogliere I soldi con il gruppo di private equity.
L’offerta fu fatta, e la compagnia Boots era passata in mani private italiane.
Con le farmacie c’erano i contratti della NHS che comprava medicinali per gli ospedali, per centinaia di milioni al mese.
C’erano anche le attivita’ di ottico e le creme di marchi brevettati di bellezza e cura della persona No7 ed un medicinale importante per il trattamento dei tumori.

Da quella operazione, Ornella Barra si era intascata 450 milioni di sterline solo di commissioni. Fecero un Alleanza con un altra compsagnia di distribuzione di medicinali francesi e nasceva Alliance Boots.
Ma chi fa affari a Londra guarda sempre oltreoceano, negli Stati Uniti d’America, che e’ il salto di qualita’ per le persone ambiziose.
Cosi’ in Usa conquista Walgreens la piu’ grande compagnia farmaceutica degli Usa e ne diviene Chief Executive e Ceo.
La storia continua…

Leave a Reply

Your email address will not be published.