La giovane pilota dell’aviazione italiana, Giulia Schiff, era stata offesa dai colleghi durante uno scherzo di iniziazione – successivamente – per aver protestato, era stata espulsa perche’ i suoi superiori l’avevano accusata di essere indisciplinata. Adesso e’ emerso che si e’ unita alle forze ucraine nella loro lotta contro l’esercito russo.

La giovane pilota aveva portato in tribunale otto sergenti per averle sbattuto la testa contro l’ala di un aereo, frustandola sul fondoschiena, prima di gettarla in una piscina durante il rituale del “nonnismo”.
Giulia dopo aver protestato per lo scherzo, era stata espulsa dalle Forze Armate per indisciplina.
I suoi superiori avevano affermato che il pilota Giulia Schiff era stata espulso per “attitudine militare insufficiente”.
La ragazza aveva portato i suoi capi al piu’ alto tribunale per licenziamente illeggittimo ma ha perso perche’ considerata disobediente.
Ora, il cadetto nato a Venezia si è unito alle forze speciali ucraine nella loro lotta contro l’invasione russa. Secondo il Corriere della Sera, il pilota si era arruolato come cadetta tre mesi prima che l’incidente del “nonnismo” fosse registrato con un telefonino nell’aprile 2018 dopo essere arrivata quarta su quasi 2.000 candidati.

Il filmato portato in tribunale,mostrava che veniva sollevata e colpita alla schiena dai suoi colleghi e che la sua testa veniva sbattuta contro l’ala di un aereo prima di essere scaricata in una piscina.
Tuttavia, l’accademia militare ha affermato che “l’immersione in piscina è un atto vecchio stile che tradizionalmente conclude il corso di addestramento”.

La giovane cadetta, aveva affermato di essere stata trasformata in una “pecora nera” dopo essersi lamentata del rituale, prima di essere espulsa nel 2018 per presunta indisciplina.
Un generale ha detto che le mancava “la disciplina, l’obbedienza… e il sacrificio necessari per intraprendere una carriera militare”.
Adesso il pilota di caccia espulso dall’aviazione italiana si e’ unito alla resistenza ucraina.

Leave a Reply

Your email address will not be published.