E’ IL SUCCESSORE DI LORD CHARLES FORTE E COME LUI NE PORTA IL NOME CARLO HA RISTORANTI IN OGNI PARTE DEL MONDO SOLO A LONDRA NE POSSIEDE 8 E NEL SUO IMPERO NON TRAMONTA MAI IL SOLE

Carlo Distefano è il cervello degli affari dietro la fiorente Scuderia del San Carlo, il Gruppo di esclusivi ristoranti (solo a Londra ne possiede 8 tutti di alta fascia e di grande successo) e altri ne possiede oltre Manica e nel mondo. Il suo Gruppo è cresciuto fino ad impiegare oltre 1500 persone. In un Paese come l’Inghilterra, patria dell’iniziativa privata e del liberalismo, un gio- vane intraprendente e dotato di spirito di sacrificio può fare molto nel campo degli affari. Di tutto di più, se si considera anche la passione per il lavoro che si fa.
Quando Carlo Distefano, arrivò in Inghilerra, dalla lontana Sicilia, il Paese non era ancora entrato nell’UE, e le regole per poter lavorare erano rigide. Aveva solo 17 anni, quando Carlo sbarcò in Inghilterra, con pochi spiccioli nelle tasche, ma con regolare contratto di lavoro, che gli permise di ottenere il visto d’entrata con la ferrea regola di poter cambiare lavoro non prima di 4 anni . Come accade adesso dopo la Brexit, per tutti gli italiani che volessero venire in Gran Bretagna ci vorrà passaporto e contratto di lavoro. Il giovane Carlo con la passione della ristorazione, aveva già iniziato a studiare ed a frequentare i ristoranti sognando un giorno di poterne aprire uno tutto suo. Le tappe della vita di un emigrato sono all’inizio comuni a quelli di molti italiani entrati nella storia dell’emigrazione, come ad esempio quella di Lord Forte of Ripley arrivato da un paesino della ciociaria e dal nulla era riuscito a creare un impero con 800 albrerghi, più di mille ristoranti e 100 mila impiegati in 50 paesi del mondo.
Il giovane Carlo Distefano con intelligenza, fiuto e passione, passati i quattro vincolanti anni, iniziò la sua scalata, e dopo qualche piccola avventura, iniziò da solo decidendo di far fortuna. Di tanto in tanto si recava a Londra per pranzare nei ristoranti dei migliori hotels come: il Savoy, Dorchester o Simpson nello Strand. Voleva provare il meglio per produrre il migliore. E furono queste esperienze che gli misero in testa l’idea di aprire un ristorante. Voleva aprire qualcosa dove la gente potesse mangiare bene, che per Carlo era importante piu’ del tornacon- to finanziario. La svolta avvenne quando il primo ristorante San Carlo fu aperto a Temple Street a Birmingham. Fu un successo, perche nel ristorante venivano a mangiare tutti I calcia- tori, che portarono gente importante e celebrita’ “eravamo sempre pieni” – ci racconta Carlo. “Poi nel 1996 abbiamo aperto a Bristol, Liverpool Leeds ed altre citta. A Londra siamo presenti con ben dieci ristoranti tutti al centro in prestigiose localita’. Carlo Distefano non dimentica mai la sua Italia, ha saputo dare lustro e gloria alla sua Sicilia, raggiungendo dal nulla le piu’ alte vette del business della ristorazione. La sua intelligenza, il suo incredibile successo, la sua personalita’, sono apprezzati da tutti ,ed e’ tra gli espatriati italiani, il personaggio illustre piu’
credibile che ci sia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.